Eremo di Gamogna e Trebbana Trekking

Gennaio 20, 2016
Commenti disabilitati su Eremo di Gamogna e Trebbana Trekking

Una giornata di sole percorrendo i crinali al confine tra Toscana ed Emilia Romagna.

Per la prima volta mi sono aggregata ad una guida ambientale che organizza trekking ed escursioni di gruppo: Tommaso Castelli di Andare a Zonzo

Avevo voglia di fare una bella camminata, come quelle che mi è già capitato di fare in giro per il mondo, così mi sono messa  a cercare online gruppi e guide ambientali organizzati, ho così trovato su facebook “Andare a zonzo”  e il suo post “L’Eremo di Gamogna, un trekking di confine tra la Romagna e la Toscana” un trekking giornaliero di livello medio, quasi 20km con circa 1000 metri di dislivello, che mi ha incuriosita parecchio! Senza stare a pensarci troppo ho proposto ad un’amica di partecipare, matta come me ha accettato senza pensarci troppo!

E’ stato davvero fantastico … seppur faticoso! L’eremo di S.Barnaba di Gamogna si trova nell’Alpe di San Benedetto, ai piedi del Monte Gamogna. Nella prima parte del percorso ad anello organizzato da Tommaso si arriva all’eremo e dopo una breve sosta, ci siamo diretti a Trebbana, dove Luca, un bravissimo scultore, ci ha ospitati per pranzo e ci ha preparato delle piadine deliziose; Trebbana è un’antica chiesa dedicata a San Michele con annessa un’ampia canonica. La sua fondazione risale al 1063. Abbandonato a se stesso per un lungo periodo, attualmente Trebbana è ritornato completamente fruibile, restaurato ed attrezzato per escursioni e ristoro. Funziona come centro di ospitalità con possibilità di pernottamento ed uso cucina fino a 50 persone. Li vicino è possibile ammirare una bellissima quercia secolare.

Una lunga sosta per il pranzo, che ci ha permesso di riposare e recuperare le energie per la seconda e molto intensa parte di cammino! Ebbene si il difficile deve ancora venire! Riprende il nostro cammino che prevede una piccola sosta alla quercia secolare e poi siamo ripartiti lungo i crinali della montagna per continuare l’anello che ci avrebbe riportati alle auto! E’ qui che abbiamo affrontato gran parte del dislivello, ma la fatica è stata ampiamente premiata: è stato davvero magnifico poter ammirare il tramonto camminando sulle punte delle montagne!

Grazie infinite a Tommaso per questa bella esperienza… e grazie a tutti i partecipanti di “Andare a Zonzo!” Ci rivedremo presto!

Related Posts